1015_cover_titolo_immagine_820Quando si sceglie di vivere in Israele, si sa da subito che non è una scelta neutra. Tornare in Israele, da ebrei, significa chiudere un cerchio spezzato molte generazioni fa. Significa ritornare a vivere, lavorare, crescere, in una terra che per centinaia di anni non è stato il luogo principale di sviluppo della cultura alla quale appartengo. Una terra piena di problemi e di possibilità, deserto e mare, archeologia millenaria e futuro ad alta tecnologia.

Perciò, quando il curatore del numero di Limes “Israele e il Libro” mi ha chiesto di scrivere un articolo sulla storia di Israele vista con la lente delle ondate di immigrazione che ne hanno costituito a strati e a fiotti la società attuale, ho messo carta e penna virtuali in moto.

Se questo numero di Limes, rivista italiana di geopolitica riuscirà a diradare anche minimamente la nebbia della disinformazione su Israele, sarà già un bel risultato. Quanto a me, è un grande onore comparire fra gli autori di una rivista seria e rispettata. Sommario: http://www.limesonline.com/sommari-rivista/israele-e-il-libro  – “La terra cui tornare” inizia a pagina 205.

Buona lettura:  http://www.limesonline.com/come-leggere-limes-in-ebook/63909

Annunci